http://marketinglegale.it/images/studio-legale-avvocati.jpg

studio medico legale malasanità pinerolo

studio medico legale | avvocato malasanità | risarcimento danni | errore medico

avvocato penalista | falso nelle cartelle cliniche | aborto colposo doloso | diritto penale

L’aborto colposo, regolamentato dall’art. 17 della Legge n. 194 del 1978, deriva da lesioni individuali causate per negligenza o avventatezza o imperizia [A. Cazzaniga, C.M. Cattabeni, R. Luvoni, Manuale di medicina legale e delle assicurazioni, Utet, 1988, p. 297] .

In virtù di una certa posizione giurisprudenziale la linea di confine tra la tipologia esaminata e quella dell'omicidio colposo viene applicata dall’inizio del travaglio.

Il falso nelle cartelle cliniche.

Generalmente l’illecito di falso viene contestato, sia in merito a situazioni inerenti le certificazioni eseguite dal sanitario, sia in merito alla stesura delle cartelle cliniche. In quest'ultimo caso, il falso ha la finalità di celare negligenze ed imperizie compiute durante la prestazione sanitaria. In alcuni eventi connessi ai risarcimenti delle cliniche private in convenzione, il falso nella stesura delle cartelle ciniche è stato impugnato insieme all’illecito di truffa.

avvocato penalista | falso nelle cartelle cliniche

Si può contestare l’illecito di falso considerato il pacifico carattere di documento pubblico della cartella clinica (Sez. un., 25 ottobre 2007, Pasquini, in Foro it., 2008, II, c. 203) benché taluna giurisprudenza circoscriva il carattere di documento pubblico della cartella clinica alla sua derivazione da pubblico ufficiale ed ai fatti che il medesimo dichiara essere avvenuti in sua presenza o essere stati da lui eseguiti.

Il falso è imputabile pure in base a documenti interni all’azienda sanitaria come copie di risultati di laboratori che integrano e corredano la cartella clinica in quanto tesi ad accertare gli esami di laboratorio eseguiti dai sanitari pubblici ed i connessi esiti e a rilevare l’andamento della patologia del paziente. Un falso assiduo è quello in cui il sanitario certifichi malattie o situazioni di salute del paziente che non vengono rilevate personalmente: <