http://marketinglegale.it/images/studio-legale-avvocati.jpg

studio medico legale malasanità pinerolo

studio medico legale | avvocato malasanità | risarcimento danni | errore medico

diritto sanitario | errore medico | avvocato penalista | responsabilità colpa medica

Contrariamente, nelle cliniche private non in regime di convenzione, il registro clinico ivi compilato non è altro che un mero memorandum privato delle operazioni di diagnosi e terapia eseguite, e non ha natura di documento pubblico e neanche di attestazione:

- affinché difatti si possa dichiarare l’attestazione, bisogna che gli scritti della cartella clinica certifichino eventi per cui il documento è diretto a verificarne la veridicità».

errore terapeutico | colpa medica | diritto penale | responsabilità professionale

Riguardo alle prerogative formali, un registro clinico regolarmente elaborato deve includere tutte le informazioni sul paziente, la diagnosi di entrata, l’anamnesi di famiglia e individuale, l’analisi oggettiva, quelle di laboratorio e specialistiche eseguite nel corso del ricovero - ivi incluso il duplicato della relazione dell’Autorità Giudiziaria compilata presso il Pronto Soccorso – la diagnosi, la cura, i risultati, gli effetti e il potenziale resoconto di riscontro autoptico da compilare in caso di morte. Ogni operazione di diagnosi e cura indelicata o pericolosa va inoltre associata ad appropriato "consenso informato” del malato.

errore medico | responsabilità medica | studio medico legale

Tutte le informazioni devono essere riprodotte nel registro in ordine temporale, impiegando vocaboli distinti, una scrittura evidente e comprensibile o meccanografica in maniera da poter rappresentare fattore essenziale per la protezione del benessere del soggetto una volta che sia uscito dalla struttura ospedaliera e anche per la modifica di seguenti malattie.

errore farmacologico | colpa medica | studio medico legale

Il registro deve essere sottoscritto dal medico che assiste e firmata dal medico garante del complesso. Insieme ai titoli formali, il registro clinico deve osservare anche quelli effettivi, così come evidenziato dal Codice di etica medica all’art. 23 in base a cui: «il registro clinico deve essere compilato comprensibilmente, con regolarità e scrupolosità, nel rispetto delle norme della buona prassi medica ed includere, oltre alle informazioni riguardanti lo stato della malattia e il suo andamento, le prestazioni diagnostico-terapeutiche eseguite».

malasanità | responsabilità medica | diritto penale

Le caratteristiche reali del registro clinico sono dunque rappresentate da verità, totalità, esattezza stilistica, rigore e trasparenza di quanto in essa documentato.

Il requisito della verità coincide con la reale conformità tra quanto fatto e analizzato dai medici e quanto riportato nel registro, per totalità e esattezza la reale e totale registrazione di ciò che si è analizzato, in maniera da raffigurare una specie di "fotogramma dell’evoluzione della patologia".

diritto sanitario | diritto penale | studio medico legale

La totalità presume poi che ogni nota scritta nel registro sia sottoscritta in maniera da implementare l’assegnazione di ogni prestazione concessa dai singoli medici che hanno partecipato. Ugualmente anche le operazioni di chirurgia vanno registrate dalla cartella della sala operatoria sul quaderno clinico, tra l’altro in modo preciso.

Questo, difatti, ha specifico rilievo quando durante l'operazione si siano manifestate “specifiche problematicità", che potrebbero comportare l’inizio di un processo per colpa professionale.